sabato 2 novembre 2013

[Blaterando di...] S.O.S. Capelli - una testa ecobio #1

“Hai problemi di capelli?
Cazzi tuoi ti tieni quelli”.

Ogni volta che si parla di chiome mi viene sempre in mente la pubblicità di Medicenter, spot degli anni Novanta, che io da ciovane mi divertivo ad storpiare. Per un periodo avevo persino dimenticato l’originale, del resto la mia parodia mi è sempre piaciuta di più ma credo che non avrebbe funzionato se l’avessero mandata in onda una roba simile :D

Son giorni che cerco di scrivere questo articolo, atteso e richiesto da tantissime di voi. Soltanto oggi però il piccì pare voler collaborare con la sottoscritta e quindi per forza di cose, non ha fatto altro che slittare. Devo anche ammettere che pensavo fosse una cosa più immediata scrivere un post del genere, invece ho dovuto davvero pensare bene a cosa dirvi per non dimenticare nulla.

Cominciamo col dire che probabilmente sono una delle poche donne a non lamentarsi dei propri capelli. Che siano lisci o ricci, secchi o grassi, crepi o sfibrati, restano un cruccio per molte e per tanti anni, lo sono stati anche per me.

Assidua frequentatrice di piastre per lisciare e ferri per arricciare le chiome, ho anche io stressato a più non posso i miei capelli, fin quando non mi son detta che se non volevo rischiare la calvizia precoce, dovevo volergli almeno un po’ di bene. Ho cominciato in tenera età con semplici mascara per capelli allegati al Cioè, per poi passare a permanente e shatush, accompagnati da shampoo siliconici di tutto rispetto. Ho usato Sunsilk, Pantene (talmente aggressivo che fu in grado di scambiarmi persino delle mutande in valigia) Garnièr e chi più ne ha più ne metta. Insomma, ero una compratrice abbastanza compulsiva di siliconi e petrolati e con la stessa grazia con cui li compravo, me li spiaccicavo anche tra i capelli.

Come molte di voi sapranno, ho sempre avuto dei capelli grassi e ho sempre pensato con modi abbastanza barbari di sopperire a questo problema in modo, ad oggi mi permetto di dire, del tutto errato. Ho cominciato ad approcciarmi all’ecobio già l’anno scorso, acquistando i primi prodotti per la skincare. Il successo è stato quasi immediato tanto da convincermi a poco alla volta che forse una soluzione simile per i capelli, avrebbe mandato anche a far benedire la parodia di Medicenter. Son sincera, non credevo minimamente al fatto che con prodotti naturali potessi riuscire a recuperare la situazione dei miei capelli, diventando dopo i numerosi trattamenti a base di ammoniaca dal parrucchiere, grassi alle radici e secchissimi alle punte. Le mie scope di saggina reclamavano aiuto e pietà ed è stato così che a poco a poco mi sono lanciata in questo mondo che, parlando con tutto rispetto, vale molte volte più di tutti i parrucchieri del mondo.

Dopo circa un anno posso vantare un successo senza confini e la dimostrazione è la foto che qualche giorno fa vi ho mostrato sulla pagina facebook e che vi mostrerò anche qui per chi se la fosse persa.

Sono senza trucco e vi chiedo scusa per eventuali spaventi.

Ci troviamo di fronte ad un esemplare di donna che ha asciugato i suoi capelli dopo lo shampoo, ad cazzum, ovvero senza l'ausilio di spazzole, piastre e affini, bensì soltanto sollevando l'asciugacapelli sulla sua testa e agitandola fin quando non se li è ritrovati perfettamente asciutti. Non trovate che siano meravigliosi? Certo, non è una piega perfetta, ma se pensiamo al solo mezzo utile per poter avere già una capigliatura simile, credo sia vivamente un successo.

Molti a questo punto vi starete chiedendo qual è il mio segreto...

La risposta è una: lo shampoo ecobio.

Non credo di essermi mai trovata meglio prima e non credo nemmeno di aver mai avuto capelli così belli, soffici e soprattutto sani. Persino il mio parrucchiere (da cui porto sempre rigorosamente il mio shampoo) si è complimentato con i risultati che sono riuscita ad ottenere da sola, avvalendomi soltanto di buona volontà, pazienza e soprattutto prodotti naturali.

Il percorso è stato lungo e tortuoso, infatti all'inizio, il passaggio all'ecobio non è stato propriamente una passeggiata. I capelli talvolta me li trovavo più schifosi di prima, non riuscivo a capire come dosare lo shampoo [cosa importantissima] ed ho pensato tante volte che forse nemmeno un rimedio naturale potesse salvare i miei capelli. Disabituarsi dai siliconi, non è cosa semplice e soprattutto gli effetti non sono immediati.

Ad oggi però sono soddisfatta del mio percorso e posso finalmente dire che recuperare i capelli, si può!

I prodotti che generalmente uso sono:

- uno shampoo ecobio [al momento ne sto provando diversi, sperimentate e trovate quello più adatto a voi];
- un balsamo ecobio [che uso molto sporadicamente per nutrire le mie punte ancora un pochino secche];
- cristalli liquidi ecobio [li ho scoperti da pochissimo e me ne sono innamorata];
- trattamento pre-shampoo [specifico per le radici grasse, una volta a settimana].

Questa è la mia haircare routine ad oggi, ma ne ho provati davvero tanti di prodotti.
Sperimentate il prodotto che fa per voi, abbiate pazienza nel vedere i risultati e soprattutto credeteci.

Fatemi sapere se vi và la vostra esperienza, parlatemi un po' dei vostri capelli e dei trattamenti che fate se vi fa piacere. Chiedetemi consigli e fatemi domande nel caso avete dubbi e/o perplessità. E' vero, non sono un'esperta, nè voglio atteggiarmi ad esserlo, posso solo rapportare tutto alla mia esperienza e anche a quella del fidanzato [da poco passato anche lui all'ecobio]. 

Spero che questo post vi sia stato utile.







30 commenti:

  1. no oddio...riesco a commentare da cell!! miracolooooo. anzitutto complimenti per la chioma. io sto cercando di passare all'ecobio con molta calma: intanto sono passata ad usare prodotti senza sles, sls e parabeni...e già ora noto la differenza...penso che col 2014 completerò il passaggio al naturale :) non so ancora dove andare a parare con i prodotti ma mi consiglierai tu xD

    RispondiElimina
  2. anche io sto usando da poco i cristalli liquidi di kosmetika e li trovo assolutamente fantastici!! come ho fatto prima!! :p

    RispondiElimina
  3. I cristalli nn potrei mai usarli...visto la mia chioma GRASSAAAA... :\.... Però sono assolutamente d'accordo in toto con teeee <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. P.S io volere i tuoi capelli! ahaahuuhahuahua

      Elimina
    2. Tesoro, anche io ho i capelli grassi e infatti i cristalli liquidi li metto solo alle punte e mi rendono dei capelli super morbidi, bellissimi *-*

      Elimina
  4. Bellissimi i tuoi capelli *-* Io a breve prenderò finalmente uno shampoo bio *festeggia* Non ho grossi problemi coi miei capelli, ma voglio liberarmi definitivamente degli shampi non bio *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie e brava tu *-*
      Butta via i siliconi, i capelli ringrazieranno!

      Elimina
  5. Pian piano sto cercando di passare anch'io all'ecobio...ma trattamento pre-shampoo per le radici grasse mi consigli???...

    RispondiElimina
  6. Io ancora all'ecobio non sono giunta! Però ho abbandonato del tutto siliconi, petrolati, parabeni ed utilizzo prodotti da supermercato con buon INCI, oltre all'impacco con olio di cocco ogni due lavaggi..devo dire che i miei capelli sembrano rinati, eppure li ho quasi distrutti con le varie tinte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Raggiungere l'ecobio un passo alla volta è secondo me la strada migliore.
      Anche io come te ho cominciato poco alla volta per poi passare di grado in grado ad una completa routine VERDE. Ne sono entusiasta *_*

      Elimina
  7. hai dei capelli bellissimi *___*
    io ho sempre litigato con i miei capelli perché avendoli ricci non ero mai contenta, li volevo sempre lisci! Sono passata da avere una chioma leonina (che per stirarli ci mettevo tipo 3 ore) ad avere almeno la metà dei capelli O_O''
    Abuso di piastra e probabilmente di shampacci brutti e cattivi.. ormai è dal ritorno da Londra che guardo gli INCI e ora come sai li ho cortissimi ma li ho tagliati apposta per farli rinascere un po'!

    RispondiElimina
  8. Ho letto con piacere il tuo post. Negli ultimi mesi sto cominciando a ponderare anche io il passaggio all'ecobio, nonostante comunque sia fortunata ad avere capelli lunghissimi ma molto forti. Ringrazio i miei geni redhead. Ora devo solo trovare uno shampoo adatto a me, aiutoooo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se vuoi consigli sullo shampoo, chiedi pure :-)

      Elimina
    2. Volentieri! Faccio una cernita e poi vengo subito a chiederti consiglio. Grazie!

      Elimina
  9. il risultato è ottimo,un'asciugatura del genere senza attrezzi vari me la sogno! Ho usato qualche shampoo ecobio,ma forse non nel modo ottimale,e sicuramente non per molto tempo...dici che il dosaggio è importante,adesso vado in crisi,lo dosavo bene?? @_@

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il dosaggio è importante ai fini della pulizia.
      Io quando non lo dosavo e non lo diluivo mi ritrovavo con i capelli un sacco appiccicosi e si sporcavano pure in fretta!!

      Elimina
    2. necessito di maggiori info su come dosare e diluire please *_*

      Elimina
    3. Comincio col dire che ad oggi ho provato shampoo come: Lavera, La Saponaria, Biovera, Sante, Antos (in procinto di...)

      I Lavera secondo me non vanno diluiti, bensì usato come dei comunissimi shampoo.
      Quelli de La Saponaria vanno assolutamente diluiti (lo spiegano anche sulla confezione) in quanto concentrati. In genere prendo una bottiglietta da 30ml (campioncino) e ci ficco dentro 1/3 di shampoo e 2/3 di acqua, agito e uso la soluzione come avrei usato normalmente uno shampoo. Non applicare questa procedura vorrebbe dire sprecare prodotto e avere dei capelli sporchi perchè appicciosi!

      Sto usando la stessa tecnica con quello Sante, ma non con il Biovera che in sostanza prendo a dosare ad occhio, infatti metto poco poco prodotto sul cuoio capelluto prima di andare a strofinare.

      Tu di solito fai così?
      Ovviamente quello di essere diluiti è una prerogativa dei bio in genere. Essendo concentrati hanno bisogno di essere quanto meno densi possibile ^_^

      Elimina
    4. Io ho usato solo quello Naturaequa,che è molto molto liquido,quindi non so se andava diluito o meno.Comunque tendo a non mettere molto shampoo,però quello per esempio me li seccava un pò,senza balamo era impensabile poterli asciugare...e non avendono ecobio vanificavo l'effetto,no?

      Elimina
    5. Praticamente si!
      Io prima di comprarne uno completamente ecobio, usavo lo Splend'or al cocco :)

      Elimina
    6. ah si,lo Splend'or,mi manca quello :) Comunque appena smaltisco un pò di shampoo ne comprerò uno ecobio e vediamo come va...intanto grazie per la consulenza ;)

      Elimina
  10. Mi è caduta la mandibola O.O che chioma meravigliosa!! Qui sul passaggio ci stiamo lavorando, non vedo l'ora di procurarmi uno shampoo davvero ecobio e fare le cose sul serio ^-^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ire *_*
      A che shampoo ecobio stai pensando? :D

      Elimina
  11. E brava Tynzia ;) Anche io sto cercando di fare un passo alla volta e disabituare i capelli ai siliconi, e sto notando man mano che quando li asciugo son sempre meno crespi e secchi con i soliti shampoo che usavo prima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cry, brava anche tu che a piccoli passi ti avvicini ad una buona e sana haircare routine ^_^

      Elimina
  12. eccomiii!!!
    sto coccolando i capelli da qualche mese con l'olio di amla e l'henne neutro.. fantastici!!
    la soddisfazione di asciugare i capelli e non doverli torturare con spazzole e affini...e vederli belli *_*
    non riuscirei piu' a tornare indietro!!!

    RispondiElimina

Blogger Template Designed by Elisha87