lunedì 13 gennaio 2014

Good Intentions #1 "You need to believe in yourself"

Ed eccoci nuovamente qui, stavolta per partecipare in prima persona ad una nuova rubrica/tag che quel genio di mia moglie, Su un filo di eyeliner si è inventata. Quella donna non finirà mai di stupirmi...

Era durante le feste natalizie quando mi è arrivata la proposta di collaborare ad una sua geniale idea ed insieme ad altre blogger che stimo, quali Claire Louise Oxford, Makeup for Breakfast, Cookies, tea&make up ed ovviamente lei, l'artefice di tutto questo. Potevo mai astenermi da un'iniziativa così carina?  Ora che scoprirete di cosa si tratta converrete con me che è davvero un'idea superlativa e se volete, potete rispondere al tag dedicandogli un post. Chiunque lo farà, potrà attraverso l'hashtag #goodintensions, avere l'opportunità di far leggere anche alle sottoscritte cosa avete realizzato in modo da divulgare quanto più possibile il verbo.

Prima di passare a quella che sarà la mia proposta, vi lascio di seguito i link di risposta di:

Chiara Claire Louise Oxford - qui.
Elisa Su un filo di eyeliner - qui.
Elisa Makeup for Breakfast - qui
Martina Cookies, tea& make up - qui


Il primo appuntamento di questa rubrica si intitola "You need to believe in yourself" ovvero realizzare qualcosa che non ci saremmo mai sognati, che "Figurati che ci posso riuscire".. perché a volte basta credere in sé stessi per riuscire a fare bene qualcosa, oppure semplicemente dire che almeno ci abbiamo provato!


Quando per la prima volta ho letto e compreso di cosa dovesse trattare il primo articolo, ho subito pensato a qualcosa che riguardasse il make up in qualche modo ma non direttamente, in parole povere ad un espressione concreta di esso, per questo motivo scelgo di parlarvi intenzionalmente di qualcosa in cui non avrei mai creduto ma che alla fine siamo qui a parlarne e che soprattutto realizzo, nonostante tutto esiste ed è vivo e questo anche grazie a voi.

Per chi non lo avesse capito, per me quel realizzare qualcosa che non ci saremmo mai sognati, che "Figurati che ci posso riuscire".. è rappresentato proprio da questo spazio. Molti staranno già scappando a gambe levate dalla storia strappalacrime e probabilmente fossi io al vostro posto, mi comporterei uguale. Del resto chi se la subisce questa Tynzia che quando ci si mette diventa una tristona assurda?

La storia che fino a qualche anno fa nemmeno mi truccavo, l'avrete sentita milioni di volte da me e da tante altre persone, perchè in sostanza forse ciò che ci accomuna è proprio questo. La passione per il mondo della cosmesi è qualcosa che coinvolge molte, ma la motivazione che sta alla base di essa è davvero così concreta e forte che credo in molti casi unisca più della passione stessa. Non voglio tediarvi con un racconto degno delle lacrime versate su Jack prima di morire nelle acque dell'Oceano Atlantico, per questo motivo usate queste parole come mezzo per ricercare in voi stesse qualcosa che vi ha aiutato a risollevare la vostra autostima e a farvi dire: "anche io ce l'ho fatta!".

La soddisfazione che pervade l'animo quando si raggiunge un obiettivo che non credevamo avremmo mai realizzato è davvero una sensazione che oltrepassa tutti i limiti del piacere e della felicità, perché a volte basta credere in sé stessi per riuscire a fare bene qualcosa...ed io, nonostante la mia scarsa autostima, alla fine ci ho creduto e se così non fosse stato oggi non sarei qui! Certo, molti sono stati i momenti di sconforto e tanti altri quando ho creduto che forse esponendomi così tanto [sì, quando espongo ciò che mi piace mi sento vulnerabile] avevo soltanto sbagliato tutto e che forse sarebbe stato meglio eliminare ogni traccia di tutto questo. Sono caduta, ma mi sono rialzata, come in tante altre occasioni nella mia vita e Dio solo sa quante ne sono state. Forse non sono nessuno, forse non molti elargiscono e nutrono stima nei miei riguardi, ma a me basta piacere a pochi, a coloro che in sostanza credono in me ed a cui nonostante tuttto possiamo semplicemente dire che almeno ci abbiamo provato!
 
 
 
 

6 commenti:

  1. Moglie a parte che ti ringrazio infinitamente per le tue parole nei miei confronti, ma soprattutto Mi hai emozionata con questo post e sono contenta che tu sia riuscita ad alzarti perché sarebbe stato davvero un peccato non vedere più il tuo spazio perché c'è tanto di te e vale tanto ♡♡

    RispondiElimina
  2. io direi che non c'è modo migliore per dimostrare di saper credere in se stessi! brava vale!

    RispondiElimina
  3. Beh, ci hai provato e sei pure riuscita bene. :P
    Sono cose, eh! U_U

    RispondiElimina

Blogger Template Designed by Elisha87