domenica 1 giugno 2014

[Review]: Tonico all'acqua di fiori d'arancio bio Avril Cosmetique

Ancora una volta su questi lidi si parla del brand francese Avril Cosmetique che tanto l'anno scorso, ai suoi esordi, mi ha rapito il cuore. Dopo aver provato l'acqua micellare e il latte detergente [qui] non mi sono lasciata sfuggire l'opportunità di provare il tonico, l'unico che la casa attualmente produce.


Come vi ho già spiegato qui, il tonico è sempre stato un prodotto che su di me ha sortito un fascino particolare ma anche misterioso. Sono sempre stata affascinata da quest'acqua dei miracoli, ma non ne ho mai capito in realtà il vero significato. Il suo utilizzo reale, ancora oggi è a me sconosciuto ma con il tempo sono arrivata alla conclusione che la funzione di tale cosmetico, non è una, bensì molteplici.

Il tonico di Avril, devo ammettere, non mi ha entusiasmata molto. Il fatto che sia descritto come una semplice acqua tonica, senza arte né parte non ha aiutato molto a trovargli una collocazione. Come il precedente, l'ho usato per rimuovere i residui di struccante e devo ammettere che, a tale compito, agisce in perfetta sinergia. Non brucia gli occhi ed il suo profumo, che a me personalmente non dispiace, risulta molto delicato. L'arancio amaro - primo ingrediente di cui è composto, dopo l'acqua - è la nota prevalente della sua profumazione.

Non è particolarmente idratante, ma non tende nemmeno a seccare la pelle. Steso su tutto il viso come rinfrescante post pulizia del viso, trovo che tenda ad appiccicarlo un pochino, infatti il prodotto produce una leggera schiumetta che personalmente, non apprezzo molto. La confezione è pratica, ma preferisco gli erogatori con spruzzino che permettono uno spreco minore di prodotto.

Scheda tecnica

Prezzo: in genere intorno ai € 7,00 per 200 ml.
Reperibilità: Laula Beauty, Il giardino di Arianna, Tathia. 
Pro: profumazione, inci, non brucia, prezzo
Contro: reperibilità, consistenza.
Consigliato? Snì. Io non credo lo ricomprerò.


10 commenti:

  1. Ero curiosa di provarlo, ma a questo punto meglio lasciar perdere e continuare ad usare idrolati e acqua di rose. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta di essere d'aiuto nei vostri acquisti ^_^

      Elimina
  2. Ero curiosa di provarlo perché amo i profummi agrumati, ma forse è meglio se opto per qualcosa di più efficace

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da quanto ho capito tu hai davvero una pelle molto delicata e questo effettivamente delicato lo è, ma tutto dipende dalle tue esigenze. Non crea rossori, non brucia, ma c'è qualcosa che a dirti la verità non mi convince. Attualmente tu cosa usi?

      Elimina
  3. Ciao tesoro, usare il tonico è importante per riequilibrare il Ph della pelle che andiamo a scompensare con i prodotti e i trattamenti precedentemente effettuati, poi è astringente, rinfrescante e lenitivo! l'importante è che sia privo di alcool ovviamente! :)

    LaViperaInRosa
    LaViperaInRosaFacebook

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valeria, vedo che sei ferratissima, ne approfitto dunque per chiederti una cosa: ma i tonici, non si differenziano a seconda del tipo di pelle? Cioè, sono tutti astringenti? Tutti lenitivi? Io sapevo ci fossero delle differenze in base alle proprietà...

      Elimina
  4. quanto odio i tonici che fanno la schiumetta X°D

    RispondiElimina
  5. Sono cattiva, uso poco il tonico. Giusto da qualche mese ne sto usando uno all'amamelide che mi piace molto! :) saró costante giuro xD

    RispondiElimina
  6. Sarei curiosa di leggerne l'inci, se fa la schiumetta può darsi che ci sia all'interno del tensioattivo

    RispondiElimina
  7. neanch'io apprezzo molto la schiumetta... :-/

    RispondiElimina

Blogger Template Designed by Elisha87