mercoledì 29 luglio 2015

FREEDOM MAKE UP feat. BEAUTY CROWD

Pensavo di trovare più notizie in giro a riguardo, in genere arrivo sempre ultima e invece stavolta devo dire che di materiale italiano in giro, non ne ho trovato poi molto. Questo vuol dire che a differenza delle altre volte probabilmente questo articolo risulterà una briciola più utile, eureka!

Oggi parliamo di uovo brand low cost di origine londinese: Freedom Makeup.


Ho avuto l'opportunità di poter provare alcuni dei loro prodotti: ombretti, bronzer e rossetti grazie a Beauty Crowd, distributore ufficiale UK del brand.
Quando per la prima volta mi sono ritrovata di fronte questi prodotti, non hanno potuto fare a meno di ricordarmi, nel packaging gli altri due brand low cost di origini britanniche: Make Up Academy e Make Up Revolution.

Tagliamo la testa al toro: questi prodotti sono identici a quelli della Make Up Academy sia nella qualità che nella confezione. Sospetto addirittura che sia la stessa azienda ad aver lanciato questo nuovo brand, ma non ne sono certa. Anche in questo caso parliamo di un marchio davvero economico, i loro prodotti partono da un minimo di 1 sterlina ad un massimo di 6 sterline circa, che in euro sarebbero circa 12/13 euro.


Gli ombretti che ho avuto modo di provare sono di tre finish differenti: base, brights, glided.


Alla prima categoria appartiene il numero 203, un beige tendente al rosa chiaro. Al tatto risulta molto setoso ed oltretutto molto pigmentato e scrivente. Il finish è satin, ma il colore è così luminoso e cangiante che sembra  appartenere al range dei metal.


Alla seconda referenza appartiene il numero 226, un rosa fluorescente dal finish opaco. Credo che tutta la gamma di brights sia composta da colori molto appariscenti come questo e per quel che mi riguarda davvero difficili da utilizzare. Rispetto agli altri, risulta molto più polveroso ma anch'esso super scrivente al tatto. E' possibile utilizzarlo solo da asciutto, in quanto non essendo studiato per la formula wet and dry, non rende usato da bagnato.


Ultimo ma non per importanza è il numero 220, una sorta di malva scuro dal finish metalizzato. Al tatto questo sembra addirittura cremoso ed è il migliore in termini di resa, pigmentazione e durata.  


Il Bronzer è stato la rivelazione.
Mi aspettavo una ciofeca assurda e invece ho scoperto che risulta un prodotto molto valido. Ricevuto nella tonalità Warm Light, questa super cialda da 15 gr. sembra essere davvero niente male. Non gli avrei dato due lire per davvero, invece a parte la polverosità, ha una scrivenza e una durata davvero ottima.

Il fatto che sia diviso in tre sezioni poi, vi permette di utilizzare in modo differente il bronzer e il suo finish matte, lo rende perfetto anche per il contouring. Come tutti i cosmetici che fanno parte di questo brand contiene paraffina e altre schifezzuole che potrebbero farvi uscire fuori un pò di brufoletti se avete la pelle tendenzialmente grassa e impura.


Dulcis in fundo, i rossetti.

Senza troppe chiacchiere non mi sono piaciuti per niente. Valgono essenzialmente quel che costano ed è chiara la cosa fin dalla prima stesura.


Entrambi hanno un finish molto cremoso, nella fattispecie quelli che ho ricevuto io sono: Pro Pink 105, un rosa chiarissimo davvero tenue e Pro Red 109 un rosso dal sottotono freddo (aiutatemi, io con i colori non sono proprio pratica) dal finish glossy.


Il rosso rispetto al rosa si stende meglio e dura anche di più, ma entrambi a causa della loro cremosità tendono a viaggiare su tutto il viso. Considerando il loro prezzo, che mi pare sia di una sterlina, non sono male, ma considerando che qui ad un prezzo leggermente maggiore e parliamo davvero di pochi centesimi in più, potete acquistare rossetti di gran lunga migliori come ad esempio quelli Wet n Wild, io non ve li consiglio per niente.

Di seguito vi lascio una carrellata di swatches...





 
Vi ricordo che potete trovare i prodotti Freedom Makeup su Beauty Crowd, dove vi consiglio di dare un'occhiata essendo rivenditore di altri brand non reperibili facilmente in Italia come L.A. Girl, Milani Cosmetics, Jordana Cosmetics etc...  

Chi di voi li ha provati?



*Il prodotto mi e' stato inviato in forma di OMAGGIO al fine di testarlo, valutarlo e recensirlo. Questo non ha in alcun modo influenzato la mia opinione a riguardo che resta sempre sincera e soggettiva, nel rispetto dei miei lettori e del mio lavoro. Non sono stata pagata per scrivere tale articolo, pertanto ciò che leggete è tutto frutto della mia personalissima esperienza che non è stata fuorviata in nessun modo da tale collaborazione.*

6 commenti:

  1. Mi attirano il bronzer e l'ombretto numero 226 :)
    Passa da me, se ti va :) http://scopri-il-mondoyr-maria-abate-cg.blogspot.it/2015/07/haul-yves-rocher-make-up-skin-care.html

    RispondiElimina
  2. Di queste cose, il bronzer è l'unica cosa che mi attira: mi piace che sia suddiviso in più tonalità affinché anche le più palliducce possano trovare qualcosa che fa per loro. :D

    RispondiElimina
  3. A me hanno mandato una mail da make up revolution per dirmi che nasceva questo marchio, quindi penso sia una loro costola.

    RispondiElimina
  4. anche io quando li ho visti ho pensato MUA... peccato per i rossetti :/ speravo fossero migliori =(

    RispondiElimina
  5. i rossetti visti cosi non sembrano neanche male:p :p cmq l'ombretto tutto glitterato è veramente qualcosa di assurdo,mi piace un sacco*.
    www.chicroe.blogspot.it

    RispondiElimina
  6. L'ombretto numero 220 è bellissimo *_*

    RispondiElimina

Blogger Template Designed by Elisha87